Ci sono voluti 15 anni perché gli Audio Magazine arrivassero alla pubblicazione del primo album, "Caramba", dopo una serie di singoli ed Ep. E per farlo hanno deciso di muoversi in grande, prima facendo la spola tra l'Italia e il Brasile e poi lanciandolo con un singolo "Ore Ore" che apre la colonna sonora del film “Beata ignoranza" di Massimiliano Bruno che, come noto, ha come protagonisti la coppia formata da Marco Giallini e Alessandro Gassmann. La band, formata da Andrea Cardillo (voce e chitarra), Francesco Carusi (voce e tastiera), Kikko Careddu (batteria), Vittorio Longobardi (basso), Enrico Sotgiu (percussioni), Lamine Mbaye (percussioni), ha registrato l'album nello studio “Meccanica Sonora” di Roma prima di volare a Rio de Janeiro i brani sono stati realizzati con la collaborazione del compositore carioca, Rogè e di Max De Tomassi.

Il Brasile degli Audio Magazine.

E il Brasile si sente e non poco per questa prima prova della band che vede tra i componenti due volti noti della tv italiana: Andrea Cardillo, che fu uno dei personaggi più amati della prima edizione di "Saranno Famosi", il talent di Maria De Filippi, che in seguito sarebbe diventato "Amici", e Gian Marco "Chicco" Careddu che fu uno dei musicisti proprio di quella edizione. In "Caramba", infatti si alternano il rock e il pop, ma la componente brasiliana è molto forte, non solo nella title track, ma anche in brani come "L'amore non conviene" e "Un pop Samba", fino al rifacimento della canzone del 2003, “Ma Dai” scritta da Mario Lavezzi e Costanzo, portato al successo e al Disco d’Oro, dallo stesso Cardillo

Suoniamo insieme da quasi 15 anni ma in realtà è dal 2011 che facciamo musica nostra – raccontano Carusi, Careddu e Cardillo, i tre fondatori del gruppo – siamo partiti con dei singoli: il primo intitolato ‘Tornerai', l’anno dopo ‘Cambierò', nel 2013 abbiamo registrato il primo EP e un altro singolo nel 2014. Avevamo in mente il progetto di questo nostro primo album e si è presentata l’occasione di volare in Brasile per registrare un EP. Max De Tomassi si è molto interessato e così è nata la voglia di fare l’intero album. Su Youtube abbiamo anche pubblicato un video-diario della trasferta a Rio. Abbiamo collaborato con dei musicisti fantastici: oltre ad essere molto soddisfatti del risultato delle registrazioni, siamo felici di aver fatto un’esperienza davvero unica.

Il video di "Ore ore"

Il video di "Ore ore" (prodotto da Riccardo Santoliquido con la regia di Mario Maellaro e la supervisione artistica di Massimiliano Bruno) vede protagonisti proprio i membri della band, accompagnati anche dai ragazzi che recitano nel film di Bruno in un pre-quel di “Beata Ignoranza”, tra amori, sentimenti adolescenziali e lo sfondo della amata/odiata scuola italiana.