in foto: Lorenzo Colella (foto via Facebook)

È scomparso all'età di 43 anni dopo una battaglia contro un cancro, il chitarrista jazz siciliano Lorenzo Colella. A darne notizia Repubblica Palermo che ne ripercorre una carriera cominciata da autodidatta e diventata poi punto di riferimento per chiunque praticasse il genere in Sicilia. Da vent'anni, infatti, Colella era un animatore musicale in grado che aveva dato molto alla propria terra e ultimamente aveva pubblicato un album, "Dustville" con il quartetto Out South di cui facevano parte anche Luca Lo Bianco, Fabio Rizzo, Flavio Li Vigni (prima) e Ferdinando Piccoli (dopo) che in una recensione sul Fatto Quotidiano era definito "un viaggio omerico verso le fonti dell’American Music, sfoderando una certa baldanza tra il blues, il jazz e il folk". Loro stessi definivanocosì quello che avevano fatto

La musica del quartetto è profondamente blues, non nella forma, ma nell'anima, nello spirito. È sabbia e polvere, scirocco e mare, silenzio e pazienza.

Ballate della polvere che segnavano il secondo lavoro del quartetto fondato da questo chitarrista che aveva cominciato come autodidatta prima di essere preso sotto l'ala protettrice del compositore americano Gunther Schuller – scomparso un anno fa – con cui aveva studiato proprio a Palermo. Era stato lo studio del jazz orchestrale di Duke Ellington a formarlo ("scoprendo suoni, colori e tavolozze timbriche pari a quelle di un'orchestra classica alle prese con Debussy e Ravel") prima del diploma al Conservatorio di Vibo Valentia.

Come racconta Repubblica, Colella aveva deciso poi di andare a Parigi dove aveva insegnato per cinque anni al Conservatorio di Joinville le Pont, comune a pochi chilometri dalla Capitale francese, prima di risentire il richiamo della propria terra e far ritorno con un bagaglio fatto di concerti live e incontri con musicisti di tutto il mondo

Nel 2005 il ritorno a Palermo, la sua città, dove si sarebbe dedicato con passione ai progetti musicali che ancora adesso portava avanti con l'entusiasmo pacato e tenace che lo distingueva: l'Orchestra In-Stabile Dis/Accordo, con Luca Lo Bianco, e poi Out South.

I funerali si terranno sabato 9 luglio alle 11, nella chiesa di Santa Maria di Monserrato, alle Croci.