in foto: Black Sabbath (Getty Images)

Pare che questa volta non ci sarà un'altra riunione per i Black Sabbath, una delle band iconiche del metal mondiale, che pochi giorni fa si sono esibiti nel loro ultimo live. Oggi sul proprio profilo Facebook hanno messo definitivamente la parola fine a un'esperienza lunga 49 anni, e cominciata nel 1968 dal frontman Ozzy Osbourne, il chitarrista Tony Iommi, il bassista Geezer Butler e il batterista Bill Ward che diedero il via a una carriera che ha segnato la musica mondiale quando nel 19070 esordirono con l'album omonimo, cambiando varie volte formazione nel corso degli anni, fino al primo scioglimento nel 2006.

I fan dovettero aspettare 5 anni, era il 2011 prima di vederli di nuovo insieme ma non nella formazione originale, perché Ward decise di non farne parte e il suo posto fu preso da Tommy Clufetos. I Black Sabbath sono senza dubbio una delle band e uno dei marchi più conosciuti della musica contemporanea, autori di album come "Paranoid", "Master of Reality" e "Vol 4." le cui canzoni hanno fatto parte della scaletta che ha formato il loro "End of the Road Tour", l'ultimo tour, appunto.

Assieme a band come Guns ‘n' Roses, Iron Maiden, Metallica tra le altre hanno segnato un punto importante nella storia del metal e dell'hard rock, con 19 album alle spalle. In un'intervista data a Billboard in occasione della partenza del loro ultimo tour assieme, Osbourne, diventato ormai anche un'icona televisiva, ha dichiarato: "Abbiamo cominciato come quattro ragazzi partiti da Aston, che avevano un sogno ed è diventato realtà andando oltre ogni nostra aspettativa. In seguito siamo stati manipolati, fregati, imbrogliati, etc. Ci siamo persi l'un l'altro, ma è fantastico essere riusciti a tornare e chiudere con una cosa del genere, no?".