in foto: Mika Vainio (via Facebook)

Il musicista e co-fondatore della band elettronica finlandese Mika Vainio è morto. La conferma arriva dalla sua pagina Facebook, gestita non direttamente da lui, ma che conferma la notizia (così come fa The Quietus che cita fonti familiari e Fact Mag che cita, invece, fonti vicine all'artista): "Questo è un giorno molto triste, con enorme dolore vi informiamo che Mika Vainio è morto all'età di 53 anni. Essendo questa solo una pagina gestita da fan, sfortunatamente non abbiamo maggiori informazioni al momento in cui vi scriviamo, ma la notizia è stata confermata da un membro della famiglia (vi daremo maggiori informazioni al più presto possibile). Riposa in pace, Mika".

Vainio, che pare sia morto mentre era in Francia, è stato uno dei pionieri della musica elettronica di questi ultimi anni. Dopo aver militato in alcune formazioni sperimentali, Vainio trovò la consacrazione proprio con il progetto Pan Sonic (inizialmente Panasonic) assieme a Ilpo Väisänen e Sami Salo, che negli anni '90 pubblicarono album diventati vere e proprie pietre miliari del genere: "Aaltopiirii", "Kesto", "Gravitonii" sono solo alcuni dei lavori che gli hanno dato la fama, con "Kesto" che Fact Mag definisce "Epico".

Ispirato da band come Suicide, Throbbing Gristle e Einstürzende Neubauten, il musicista vanta anche opere da solista, pubblicate sotto il proprio nome e assieme ad altri artisti come Charlemagne Palestine, Fennesz, Merbow e Franck Vigroux. E non è un caso che siano tanti gli artisti che lo stanno ricordando sui propri social, da Stuart Braithwaite ai Modeselektor, passando per Steve Hauschildt.